29/6/2017 - Ultimo verbale del consiglio pastorale (link)

Fraternamente di Settembre


Riprende un nuovo anno pastorale e la Comunità di S. Ildefonso si prepara, ancora una volta, a salutare e a ringraziare un sacerdote che se ne va e ad accoglierne un altro che arriva.
Don Massimilano Colleoni è stato incaricato dall’Arcivescovo a svolgere il suo compito di Vicario alla parrocchia di S. Giovanni Crisostomo in viale Padova, come parroco. Abbiamo imparato a conoscerlo e ad apprezzare le sue qualità, ora lo ringraziamo e gli auguriamo un buon cammino. In questi mesi in cui don Massimiliano è stato con noi abbiamo gustato la sua presenza, ma insieme abbiamo riflettuto e ci siamo preparati a vivere le attività della parrocchia senza la presenza fissa del prete dell’Oratorio. In futuro non avremo più, qui con noi, un sacerdote residente per i ragazzi e per i giovani, ma lo condivideremo con la parrocchia della Madonna di Lourdes; infatti in settembre arriverà don Ivan Bellini che risiederà in via Induno e seguirà i nostri due Oratori.
A fronte di questa situazione sarà inevitabile rivedere il ruolo dei laici nell’ambito delle attività parrocchiali, non soltanto in termini di quantità di impegni e di maggior intervento sugli aspetti operativi e organizzativi, ma anche e soprattutto in termini di atteggiamento e di assunzione di responsabilità in materia di testimonianza di fede.   
Saremo coinvolti in questa nuova esperienza che impareremo a vivere giorno dopo giorno, ci saranno delle novità, ci saranno degli imprevisti…vivremo tutto nella fede, una fede matura e coraggiosa nell’annuncio del vangelo alle giovani generazioni.
Nell’Anno della Fede, indetto dal Papa per tutta la Chiesa, noi di S. Ildefonso avremo una opportunità grande da scoprire e da vivere: un maggiore impegno dei laici nella vita della parrocchia all’insegna della corresponsabilità! La fede è un dono, ma cresce e si sviluppa nella misura in cui viene testimoniata agli altri; il prossimo Anno Pastorale sarà per tutti noi un vero banco di prova.       
La corresponsabilità è un atteggiamento importante nella vita della Chiesa perché riassume in sé la pienezza del nostro essere discepoli del Signore, oserei dire che è una virtù, un habitus da riscoprire e da vivere al meglio nel nostro quotidiano.
 Nel vangelo di domenica 19 agosto, al capitolo 10 di Matteo, il Signore Gesù dice ai suoi apostoli che manda in Missione: “Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino. Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. Non procuratevi oro né argento né denaro nelle vostre cinture, né sacca da viaggio, né due tuniche, né sandali, né bastone, perché chi lavora ha diritto al suo nutrimento”.
Sono certo che facendo tesoro di questa Parola del Vangelo, con la presenza di tante persone preparate e disponibili e con l’esperienza che questa Comunità ha accumulato negli anni sapremo con impegno e fiducia, affrontare il nuovo cammino che ci attende traendo anche da una situazione all’apparenza sfavorevole, una splendida possibilità di crescita e di annuncio bello del vangelo!
Buon Anno Pastorale!

il vostro parroco
Don Antonio

A questo link puoi scaricare l'inserto parrocchiale del Segno di Settembre, contenente un articolo sulla figura dei laici al giorno d'oggi,il racconto di un interessante visita a Villa Clerici e la recensione di "La verità nell'amore", omelie e scritti pastorali di mons. Luigi Padovese, il "capuccino vescovo" ucciso in Turchia il 3 giugno 2010.